2380 fette di arancia per caricare un iPhone



Ricaricare l’iPhone in modo naturale? Si può… ma è anche uno spreco incredibile! C’è un principio fisico-chimico, che più o meno tutto dovrebbero aver visto a scuola, secondo il quale utilizzando un frutto acido come un’arancia o un limone e due elettrodi di rame e zinco è possibile creare un piccola pila.

Quasi tutti dovremmo averlo visto almeno nei libri delle scuole medie, qualcuno sicuramente lo avrà visto anche dal vivo. Ma si può utilizzare una pile dal genere, così naturale, per ricaricare un iPhone (o un Nokia N900 o un Nexus One o…). Certo, basta indovinare il numero di fette di arancia necessarie… e non sono poche.

Normalmente una pila al limone-rame-zinco può far funzionare un orologio digitale con un solo limone… ma un orologio digitale consuma praticamente nulla. E per un telefonino? Ecco il video esperimento che mostra come è stata assembrala una gigantesca pila con fette di arancia.

Decisamente è meglio utilizzarle per fasi una premuta (in compagnia visti i numero!)





Altri articoli interessanti


Flash player 10.1 su Google Nexus One

Nexus One, il telefono di Google

Firefox per Nokia N900 e Maemo

Un nuovo e valido rimedio contro la cellulite

Nokia N900: prime impressioni

Una risposta a “2380 fette di arancia per caricare un iPhone”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Elena scrive:

    2380 fette di arancia per caricare un iPhone http://bit.ly/ad56kj


Lascia una risposta

Aggiungi una foto!

 

Newsletter

Ogni martedì nella tua casella di posta.