I 10 consigli per sposarsi risparmiando di Matrimonio.it

In un tempi di crisi come questo parlare di matrimonio potrebbe essere proibitivo.

Il sito internet Matrimonio.it  ha realizzato un interessante sondaggio a cui hanno risposto 980 utenti dal titolo: Matrimonio, ma quanto mi costi? per  capire quanto spendono mediamente le coppie per sposarsi e  quali sono le utlime novità per far fronte alla crisi.

Secondo il sondaggio il 39% degli intervistati ha speso o pensa di spendere per il proprio matrimonio una cifra minore di 15000 euro.Il 62% invece una cifra tra i 15 mila e ii 25 mila mentre il 16% va oltre i 25000.



Numeri che però non coincidono con le stime di Federconsumatori che quest’anno ha valutato la spesa per il matrimonio  con un centinaio di invitati  compresa tra i 33.339 e i 55.709 euro. Cifre pazzesche se ci pensiamo bene…

Ma chi paga?  la maggior parte delle spese è sostenuta dai futuri sposi (30%) o con laiuto dei genitori (32%). Sono l’8% dei matrimoni degli intervistati è stato pagato completamente dai genitori degli sposi. Una novità rispetto al passato ma dovuta al fatto che ci si sposa sempre più tardi  e spesso dopo aver già trovato casa e lavoro.

Secondo Federconsumatori solo il 3% degli sposi richiede un prestito-nozze in banca.

Come fare per ridurre i costi?

Gli intervistato sono favorevoli a trovare soluzioni economiche limando bomboniere (il 53%), gli addobbi floreali (più del 51%) e naturalmente gli invitati (45%), scelta che condivido pienamente.

Molti sposi scelgono le bomboniere fai-da-te,oppure condividono i firoi con un’altra matrimonio che avviene nello stesso giorno nella stessa chiesa. La riduzione  degli invitati “paga” di più. Considerate  che 10 ospiti in meno  portano un risarmio di circa 1600 euro (calcolando  partecipazioni, pranzo e bomboniere).

Altro modo per ridurre i costi e che sta prendendo sempre più piede è il baratto. Secondo Federconsumatori barattando i regali con un aiuto per le bomboniere homemade, il servizio fotografico, l’auto con autista (amico), il trucco, l’estetista e l’acconciatura, la musica, si può risparmiare fino a 4.250 euro.

Infine la novità più recente è il matrimonio con lo sponsor.

Ad esempio creare un blog per accogliere la pubblicità in cambio di sconti, è un’idea che sta prenbdendo piede anche da noi e che stano ad esempio affrontando due futuri sposi della community di Matrimonio.it. Sono Mattia e Federica di Livorno che si sposeranno a giugno 2012. Federica ha 32 anni ed è una forumina di Matrimonio.it, Mattia è impiegato, il loro budget nuziale non supera gli 8.000 euro (per 70 invitati).  Anche se l’impegno per creare e gestire il sito non è cosa da poco, alla fine, però sarà valsa la pena: Mattia e Federica prevedono un risparmio totale del 40%.

Ecco di seguito i 10 consigli di Matrimonio.it.
1. Ridurre gli invitati a soli amici e parenti stretti: spesso si invitano zii e cugini che neppure si
sapeva di avere, invece la festa è solo degli sposi e hanno il diritto di invitare chi desiderano, senza
l’obbligo di riunire l’albero genealogico della famiglia.

2. Per il ricevimento invece del pranzo, si può scegliere il buffet o un ricco happy hour più trendy
che mai. Di certo si può anche non rinunciare a pranzo e cena tradizionali, svecchiandoli però con
formule più “light” come può essere un pranzo misto seduto e a buffet.

3. E’ possibile vestirsi da principesse con meno di mille euro! Negli outlet si trovano le collezioni
da sposa degli anni precedenti: si può risparmiare fino al 70 per cento. Spesso e volentieri vi si
trovano abiti nuovi, che sono magari rimasti invenduti.

4. Scegliere un giorno infrasettimanale per il matrimonio dà certamente dei vantaggi: innanzitutto
minori problemi a trovare una location e una chiesa libere, senza contare che l’affitto richiesto
dalle location durante la settimana è spesso inferiore a quello richiesto per i fine settimana.

5. Al viaggio di nozze non si rinuncia! Per risparmiare gli sposi possono farselo regalare
mettendolo nella lista nozze.

6. Per i fiori un’idea, ecologica oltre che risparmiosa, è quella di usare, dove possibile, le piante al
posto dei fiori recisi. Un altro consiglio: addobbare la chiesa con molti nastri, invece di riempirla di
composizioni floreali.

7. Per le foto si può chiedere aiuto agli amici, organizzando bene le cose e ricordando che un
album con 50 foto e un video che riprenda i momenti salienti (in media 30 minuti) sono la misura
giusta. La spesa sarà sicuramente ridotta, senza contare che molte volte il servizio fotografico
diventa il regalo di nozze.

8. Le coppie oggi rinunciano senza troppo dispiacere alle bomboniere, che molti considerano un
regalo spesso poco utile e scomodo. Il trend attuale è quello di organizzare una degustazione di
confetti dopo il ricevimento, allestendo la tavola con i colori usati per il matrimonio.

9. Per le fedi si può sicuramente risparmiare facendoli realizzare da un orafo: così gli sposi
possono anche disegnarli loro stessi!

10. Per la musica, se ci si sposa in chiesa, si può chiedere al prete: avrà certamente un suo
organista di fiducia. E magari pure il coro della chiesa! Per il ricevimento invece si può sempre
chiedere ai propri amici di suonare.



[newsletter_form]

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *