iShoes il futuro must have firmato Apple

Che Apple fosse interessata alla tecnologia da indossare, si sapeva da tempo. Si vocifera da un po’ infatti su un fantomatico orologio iOS da sincronizzare con il proprio iPhone condividendo alcune tra  le funzionalità più importanti. Al momento esiste l’italianissimo i’mWatch che sfrutta un sistema android e che ho avuto modo di testare con poca soddisfazione a dire il vero.

In questi giorni però, spiazzando un po’ tutti, Apple ha depositato all’ufficio brevetti statunitense la richiesta di un sistema per sensori che andrebbero inseriti nelle calzature.

Non ci sono molti dettagli a riguardo anche se l’ipotesi è che questi sensori abbiano una funzione più generica e sarebbero cioè volti allo sviluppo di una tecnologia da indossare.

apple-shoes



I sensori per la calzature sarebbero pensati  per essere inseriti nella suola.

Secondo  AppleInsider, i sensori andrebbero inserirti a livello del tallone  e registrerebbe alcuni parametri che andrebbero letti tramite un dispositivo mobile attraverso una specifica applicazione, oltre che offrire segnali audio e a Led.

I sensori potrebbero funzionare da sistema per valutare il peso, la postura, la correttezza della camminata o della corsa, o ancora regalare consigli e avvertenze in caso le scarpe si stiano consumando e debbano essere sostituite. I dati raccolti poi potrebbero essere sfruttati un una marea di modi.

Si ipotizza inoltre che l’energia creata con il movimento possa essere convertito in energia per le scarpe magari eliminando la necessità di caricare i componenti elettronici inseriti nella suola.

Le scarpe della foto non sono le futuristiche iShoes ma sono quelle che Steve Jobs regalò ai dipendenti negli anni 90.





Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *